Barbie, 59 anni di mito in 59 look

Astronauta, fashionista e diva, 59 anni di Barbie in 59 look iconici

Barbie, la bambola più famosa e venduta al mondo, compie 59 anni. Il suo esordio risale al marzo del 1959 quando Ruth Handler, vedendo che la figlia dava alle sue bambole di carta dei ruoli adulti, suggerì al marito – cofondatore della casa di giocattoli Mattel – di ideare una linea di bambole dall’aspetto più maturo. Aiutata dall’ingegnere Jack Ryan, Ruth pensò e realizzò un nuovo tipo di bambola a cui diede il nome Barbie, diminutivo della figlia Barbara.

La Barbie nota come n.1, pensata da Ruth Handler, aveva capelli sia capelli neri che biondi raccolti in una lunga coda. Inoltre indossava un costume zebrato, occhiali da sole e sandali con il tacco. Solo poco tempo dopo a Barbie venne esclusivamente associata la capigliatura bionda. Sin dal suo debutto alla fiera del giocattolo di New York, la bambola si preannunciò un successo. Nel corso del 1959 vennero vendute più di 350 mila Barbie. Alla Handler dobbiamo l’intuizione di commercializzare un ampio guardaroba – composto da vestiti, scarpe, borse e accessori – venduti separatamente.

 

Si pensò di creare una storia attorno alla celebre bambola. Così nel 1961 venne lanciato Ken, fidanzato di Barbie, a cui seguirono le sorelle Skipper, Kelly e Shelly e le amiche Midge, Teresa, Christie e Kayla appartenenti a diverse etnie. A questi seguirono gli amici a quattro zampe, tra cui cani, gatti, cavalli e cuccioli di leone, ma anche animali dal mondo marino come delfini e orche. L’universo Barbie si ampliò con la produzione di case, automobili, camper, radio-casa, castelli, tende ed un’infinità di accessori glamour.

Nel corso dei suoi 59 anni, Barbie ha cambiato diverse volte fisionomia e ha ricoperto diverse occupazioni dalla veterinaria all’astronauta, dall’insegnante alla pilota e poi ancora allenatrice, pasticcera, principessa, hostess, popstar, fashionsta, sirena e molto altro ancora.

Barbie ha influenzato anche il mondo della moda. Diversi stilisti, tra cui Givenchy, Yves Saint Laurent, Moschino, Christian Dior, Versace, Donna Karan, Jeremy Scott, Tommy Hilfiger e Armani, si sono cimentati nella realizzazione di capi per la bambole più celebre di tutti i tempi. Inoltre, Barbie ha più volte preso le sembianze di personaggi famosi, da Claudia Schiffer a Kate Middleton.

Da sinistra: Barbie Moschino, Barbie Versace e Barbie Givenchy
Da sinistra: Barbie Kate Middleton, Barbie con Chiara Ferragni e Barbie Gigi Hadid
Barbie Marylin Monroe, Barbie Grace Kelly e Barbie Audrey Hepburn
Barbie Claudia Schiffer, Barbie Karl Lagerfeld e Barbie in total look Chanel
Barbie Queen Elizabeth I, Barbie Marie Antoinette e Barbie Paolina Bonaparte

Dal 1988, in occasione delle feste natalizie, viene lanciata ogni anno un modello in edizione limitata pensata per i collezionisti chiamata Barbie magia delle festecustodita all’interno dell’esclusiva Pink Box.

Barbie magia delle feste 1991, 2000 e 2014

Nella cultura di massa Barbie non è solo un semplice giocattolo, più volte è stata vista come un modello estetico da imitare. Questo ha provocato diverse e accese controversie da cui non sempre Barbie ne è uscita indenne. Più volte, infatti, è stata accusata di infondere nelle bambine un’idea sbagliata di perfezione. Proprio per questo, nel 2016, la Mattel ha dato vita al progetto Alba che vede protagoniste delle Barbie dalle sembianze “comuni”.

Progetto Alba

 

Ad Alba ha fatto seguito il progetto “The Inspiring Women Serie”, lanciato in occasione della Giornata internazionale della donna, lo scorso 8 marzo. Si tratta di una linea, composta da 17 Barbie, ispirata a donne che hanno avuto un forte impatto nella storia. Tra queste figurano Frida Khalo, Amelia Earhart, la campionessa di snowboard Chloe Kim, lo chef Hélène Darroze e Sara Gama, capitano della Juventus Football Club Femminile e capitano della Nazionale italiana femminile.