Come lavare e conservare il proprio costume da bagno

costume da bagno
Come lavare e conservare il proprio costume da bagno - Photo Credit: uncome.it

Ecco qualche consiglio per lavare e conservare il proprio costume da bagno in modo impeccabile. Sarà come nuovo. Pronto per la prossima estate

Fine agosto. Per tanti è già tempo di fine vacanza e fra poco, per tutti, sarà anche fine della bella stagione. Ecco che, ora come ora, l’unico pensiero è quello di dare una risistemata al proprio guardaroba e metter da parte tutto ciò che quest’estate ci siam portate con noi al mare. Per qualcuno è ancora tempo di vacanze, ma per la maggior parte è la città a far da sfondo alla propria vita.

Dopo aver rinfrescato e rigenerato corpo e mente con un piacevole bagno al mare, è giunto il momento di metter da parte i capi estivi e riprendere quelli più idonei al momento. Conservarli nel miglior modo possibile è il primo passo da fare per ritrovarli come nuovi il prossimo anno. Soprattutto per quei pezzi che rivedremo e che saranno ancora tra i grandi trend di stagione.

Tra acque cristalline in cui tuffarsi e spiagge da vivere dall’alba al tramonto, abbiamo sfoggiato costumi da bagno all’ultimo grido. Quanto li abbiamo amati quest’estate? Due pezzi, interi, con lo slip a vita alta. Belli più che mai e degni di esser sfoggiati ancora per qualche altra estate.

Ogni anno è sempre la stessa regola: acquistarne tanti, diversi, nuovi e colorati. Rinnovando, così, il proprio lato del guardaroba dedicato alle giornate al mare, oppure più semplicemente arricchendolo. I costumi nuovi si mixano a quelli già visti ma ancora “buoni” da indossare. Colorati, tinta unita o fantasia, con rouches o perline, insomma, ormai il costume da bagno è diventato il grande, unico protagonista dell’estate.

Spesso un vero e proprio capo di lusso, ma attenzione al lavaggio. Il suo tessuto elasticizzato, infatti, risulta estremamente delicato, dunque richiederà molta cura e attenzione il momento del candeggio.

Noi di Alta Moda abbiamo stilato per voi i passaggi da mettere in pratica, affinché il vostro costume da bagno resti intatto, come appena comprato. In tutto il suo colore e ricercatezza dei materiali.

  1. Lavare i costumi da bagno rigorosamente a mano, lavatrici e asciugatrici ne danneggerebbero il tessuto elastico, che dopo qualche lavaggio inizierebbe a cedere.

2. Il costume andrebbe, poi, lasciato per pochissimo tempo a mollo in acqua fredda. Anche l’acqua calda non è amica del tessuto elasticizzato.

3. Fondamentale è utilizzare detersivi poco aggressivi, anzi solo ed esclusivamente quelli appositi per capi delicati e lavaggi a mano. Il risultato sarà quello di un costume morbido, profumato e dalle fibre intatte. In più, se si vuole detergere e contemporaneamente disinfettare il proprio bikini, si potrà ricorrere a prodotti specifici. L’importante è che siano ugualmente molto delicati.

4. Una volta tenuto a mollo, il costume va risciacquato (sempre in acqua fredda) e strizzato, ma senza grandi sforzi. Basterà una leggera strizzatina, giusto per eliminare l’acqua in eccesso. A questi passaggi seguirà la fase finale, quella in cui verrà steso al sole. Qui occhio alla temperatura e ai segni delle mollette. Il primo consiglio riguarda proprio la temperatura del sole, poiché se il costume viene esposto durante le ore centrali della giornata, momenti cioè in cui si avverte estremamente il caldo, le fibre tenderanno a stingersi e i colori a perdere d’intensità. Il secondo consiglio, invece, riguarda l’accortezza nell’applicare le mollette nel momento in cui lo si sta stendendo: queste vanno posizionate, assolutamente, in zone nascoste, in modo da non lasciare visibili segni bianchi.

Bene, adesso non vi resta che ritirarlo e riporlo (con tanta nostalgia) in quella scatola che riporta l’etichetta “estate”. Arroccata in un angolo del vostro guardaroba.

Alla prossima estate!