Londra celebra le Spice Girls con una mostra dedicata ai loro look memorabili

Alan Smith-Allison, fan e collezionista di cimeli a tema Spice Girls, ha allestito a Londra la mostra SpiceUp dedicata ai look celebri della girl band degli anni '90

Sono passati ventidue anni da quando una girl band ancora sconosciuta, composta di cinque ragazze inglesi, scalava le classifiche musicali con il brano di debutto: Wannabe. Dal quel momento in poi il mondo della musica dovette “inchinarsi” all’avvento delle Spice Girls che, con le loro canzoni e i loro look variegati, contribuirono ad affermare la presenza di una girl band all’interno del panorama musicale degli anni ’90.

Oltre che per i loro successi, canticchiati ancora oggi, le Spice Girls sono passate alla storia soprattutto per i messaggi lanciati che, anticipando di vent’anni l’attuale movimento #MeToo, rivendicavano il potere femminile. “Girl Power” è appunto lo slogan più celebre delle Spice decantato anche nei loro capi di abbigliamento.

Alan Smith-Allison, fan e collezionista di oggetti a tema Spice Girls, ha curato personalmente la mostra SpiceUp, allestita al Business Design Centre di Londra e aperta al pubblico dal 28 luglio al 20 agosto. SpiceUp accoglierà circa 7.000 articoli di merchandising e 300 capi di abbigliamento e calzature, in cui spiccano le vertiginose zeppe firmate Buffalo, i crop top, gli abiti realizzati da Roberto Cavalli per Geri Halliwell, i mini dress etc.

La mostra comprenderà anche importanti oggetti in prestito da altre collezioni, oltre a contributi di costumisti e stilisti. Lo scopo è quello di far conoscere la storia delle Spice Girls e l’evoluzione dello stile di Victoria Beckham (Posh Spice), Emma Bunton (Baby Spice), Mel C. (Sporty Spice), Mel B. (Scary Spice) e Geri Halliwell (Ginger Spice).

“Oggi non c’è bisogno di cercare in molti negozi per trovare una t-shirt con scritto ‘Girl Power negli anni ’90 non mi sentivo in linea con l’idea di come un ragazzo dovesse essere. Poi sono arrivate le Spice Girls, e dicevano, è OK essere se stessi, accogli e fai vedere la tua parte più stravagante. È stata una cosa che ho sentito mia, quando avevo 15 anni e mi sentivo un po’ perso” è la dichiarazione di Alan Smith-Allison riportata su Vogue.

Lo stesso Smith-Allison, nel 2016, ha allestito a Cipro una mostra più piccola dedicata alle Spice Girls. Dopo Londra, SpiceUp si sposterà al Manchester Center dal 24 agosto al 4 settembre. Liz West, curatrice della mostra a Manchester ha spiegato che: “Si vestivano per sentirsi a proprio agio e le loro personalità di donne forti e sicure di sé piacevano a un pubblico ampio e variegato. Se non ti piaceva come si vestiva una delle ragazze, c’erano buone probabilità che ti piacesse il look di un’altra”.