Come vestirsi per un colloquio di lavoro

Come vestirsi per un colloquio di lavoro
Come vestirsi per un colloquio di lavoro - Photo Credit: Olivia Palermo
Come vestirsi per un colloquio di lavoro. Ecco tutte le dritte per non sbagliare, almeno nel look
Il momento più atteso e temuto da uno studente alla fine del suo percorso universitario? Il suo primo colloquio. Ed ecco, immediatamente, sorgere dubbi, ansie, senso di inadeguatezza e timore di non poter essere mai all’altezza. La prima, naturale domanda che sorge in questo caso è: “e adesso cosa metto?”.
Di solito si usa dire che “l’abito non fa il monaco”, ma vale lo stesso in questo caso? Può davvero un abito decidere la vostra sorte? Alle volte si! Certo che può.
Ecco, allora, una piccola ma fondamentale guida al look perfetto che vi permetterà di presentarvi in modo impeccabile al vostro colloquio.
Un buon 50%, così, lo avrete già nelle vostre mani, mentre il resto toccherà solo a voi.
COME VESTIRSI PER UN COLLOQUIO DI LAVORO
Innanzitutto NO a colori forti e sgargianti che disturbano e distraggono chi vi selezionerà. Da un’apposita indagine, infatti, è emerso che l’arancione è considerato il colore peggiore da indossare per un colloquio di lavoro. A seguire ci sono il rosso e il rosa.
ASSOLUTAMENTE VIETATI gli abiti stropicciati o macchiati.
 a collant (se il periodo è quello invernale), tacchi alti (solo se sapete portarli con disinvoltura), gonna o abito nero, purché dalla lunghezza sobria e non sexy.
 a gioielli in perle o fili sottili in oro e argento.
 
 a camicie a maniche lunghe o tre quarti.
NO a gioielli pendenti o troppo vistosi.
NO a spalline, scarpe sportive e gambe nude.
ASSOLUTAMENTE VIETATE le scollature profonde.
E questi sono solo alcuni dei consigli da seguire per il vostro “look da primo colloquio di lavoro”.
Regola fondamentale resta quella di non osare. Mai! Puntate tutto sulla sobrietà e, nel caso in cui proprio non sapeste cosa indossare, scegliete un semplicissimo tailleur. Colori sobri e taglio pulito saranno i vostri migliori alleati, le matrici fondamentali sulle quali investire.
Il resto sta a voi. Date il meglio e non smettete di crederci!