Anna Wintour lascia Vogue America

Anna Wintour
Anna Wintour lascia Vogue America - Photo Credit: Smartweek
Voci di corridoio dicono che il mitico direttore di Vogue America, Anna Wintour, starebbe per lasciare la direzione del magazine. Molto probabilmente l’addio dovrebbe avvenire in seguito alle nozze della figlia Bee Schaffer con Francesco Carrozzini, figlio di Franca Sozzani, previste per l’inizio di luglio 2018
Nelle ultime ore, a New York in particolare, non si parla d’altro: Anna Wintour, la mitica e indiscussa direttrice di Vogue America starebbe per lasciare la direzione. A chi non si sa, e uno dei principali problemi è proprio questo. Voci di corridoio spifferano che la Wintour lascerà il magazine il prossimo luglio, probabilmente in seguito alle nozze della figlia Bee Schaffer con Francesco Carrozzini, figlio di Franca Sozzani.
A succederla potrebbe essere l’attuale nuovo direttore di Vogue Uk. A riportare il suo nome (e la sua firma) potrebbe essere già il numero del prossimo ottobre 2018.

Anna Wintour lascia Vogue America

Insieme a tutto ciò non ha tardato ad arrivare il commento ufficiale di Condé Nast che ha chiaramente negato. Probabilmente per non generare panico o più probabilmente per un effetto sorpresa il prossimo autunno. A decisione già presa. Dopo 68 anni al timone di Vogue America (precisante dal 1988), Anna Wintour ha fatto la storia della moda. Ha segnato un’epoca e anche se ciò dovesse accadere nessuno mai la dimenticherà. Colei che ha reinventato o anche totalmente cambiato il linguaggio della moda. È questa una delle figure portanti che ad oggi resta una presenza fondamentale nel fashion system internazionale.
Quello che ha maggiormente costruito la fama della Wintour è stato soprattutto il suo impegno in diverse iniziative. Iniziative non solo editoriali. Uno dei maggiori esempi è la nota, e ormai storica, relazione con il Metropolitan Museum di New York, con il quale la Wintour organizzerebbe, ogni anno, una mostra sul costume e un ballo al quale sono invitate le celebrità più popolari del mondo della moda, e non solo. Questo annuale appuntamento, ormai un rito tanto atteso, rappresenterebbe quasi una sorta di serata degli Oscar della moda dalla fama mondiale e senza eguali.
Questo come tanti altri eventi e iniziative alle quali, sempre, la Wintour si è mostrata interessata e partecipe in prima fila.
Sempre le stesse voci di corridoio parlano di un allontanamento da parte della Wintour a causa di problemi finanziari. Pare infatti che i conti della Condé Nast non siano tra i più floridi e redditizi del momento. Anzi, tutt’altro. Perché anche per la rivista tra le più note al mondo non è tutto oro quel che luccica e i tempi correnti, per la stampa, sono davvero tra i più difficili e in crisi di sempre. Che tutto questo giornalismo cartaceo non stia davvero per scomparire? Ai posteri l’ardua sentenza. Di fan e amanti della carta ce ne sono ancora in molti, ma questo non basta.
Stando ai tempi che corrono, infatti, negli ultimi anni sono state chiuse alcune delle testate più importanti. Si pensi a Teen Vogue, Self e Details e così via. Non solo in America, ma in tutto il mondo. E anche da noi, l’impero creato dalla Sozzani, ha subito qualche pesante perdita.
Ora, è difficile valutare quanto tutto ciò sia fondato e non solo un semplice chiacchiericcio per creare notizia, ma quel che è sicuro è che le poltrone degli storici direttori di Condé Nast da qualche anno non navigano più nello stesso oro di un tempo e cominciano ad essere instabili come non mai.
Se è vero che non c’è futuro per la carta stampata, questo potrebbe essere un chiaro ed evidente segnale d’inizio.