Calendario Pirelli, per il 2018 scelto il talento di Tim Walker

0
485
tim walker

Pirelli sceglie il fotografo di moda Tim Walker per realizzare gli scatti dell’edizione 2018 del celebre Calendario. Ancora sconosciuti i nomi delle modelle, ma si prospetta una versione da sogno grazie al talento onirico dell’artista inglese 

Il Calendario Pirelli è diventato negli anni uno degli almanacchi più prestigiosi al mondo, contando su fotografi talentuosi e modelle di grande fama. Nato nel 1964 come strategia di marketing di Pirelli UK, The Cal è diventato da subito un prodotto editoriale esclusivo e raffinato, che va oltre i semplici fini commerciali con cui è stato realizzato agli albori. Si tratta di un prodotto a tiratura limitata e viene regalato ad alcuni personaggi famosi e a clienti dell’azienda di pneumatici.

Quest’anno Pirelli non delude le aspettative e affida gli scatti dell’edizione 2018 del Calendario a Tim Walker. Fotografo inglese di fama mondiale, Walker è conosciuto per la sua vena onirica che traspare da tutti i suoi scatti, che raccontano delle storie meravigliose, rendendolo un vero e proprio storyteller della fotografia. Scenografie stravaganti, dalle caratteristiche fiabesche e narrazioni che sembrano sospese tra sogno e realtà sono i suoi tratti distintivi.

Protagonisti delle sue fotografie di moda boschi incantati, colombe colorate con i pastelli, aeroplani di pane, coni gelato appoggiati su lampadari di cristallo, cavalli ed elefanti. O ancora montagne di sabbia fino al soffitto di un appartamento, bambole giganti, segnali stradali vestiti con abiti d’alta moda, navicelle spaziali che saltano ostacoli. Più di un fotografo, Tim Walker è un vero e proprio ritrattista visionario, in grado di immortalare l’anima dei suoi modelli, trasportandoli in uno spazio surreale ed estremamente suggestivo.

pirelli

Calendario Pirelli 2018, chi è Tim Walker?

Classe 1970, Tim Walker vive attualmente a Londra. Inizia il suo percorso nel mondo della fotografia ancor prima di frequentare l’università, lavorando per l’archivio di Cecil Beaton all’interno della biblioteca Condé Nast di Londra. Successivamente consegue la laurea alla Exeter College of Art nel 1994 e lavora come assistente fotografo a Londra, per poi trasferirsi a New York e diventare l’assistente di Richard Avedon. A soli 25 anni realizza il suo primo servizio fotografico per Vogue, curandone poi anche l’edizione italiana, inglese e americana. In seguito firma anche le copertine di W Magazine, Love Magazine e Harper’s Bazaar. Molti dei suoi lavori sono esposti in alcune delle più grandi gallerie d’arte al mondo, tra cui la National Gallery di Londra e il Victoria & Albert Museum, dove c’è una sua mostra permanente.

tim walker

Il Calendario 2018 sarà dunque un’edizione molto diversa rispetto a quelle precedenti. Ogni fotografo ha il proprio stile, ma Walker porterà certamente un valore aggiunto, differente. Le versioni passate erano state affidate a Annie Leibovitz per il 2016 e Peter Lindbergh per il 2017. La prima ha portato in scena un inno al talento femminile, immortalando donne di età, provenienza e percorsi professionali differenti. Lindbergh ha seguito un po’ il fil rouge della Leibovitz, realizzando però dei ritratti delle dive di Hollywood al naturale.

Sono ancora sconosciuti i nomi delle modelle protagoniste, che diventeranno delle muse suggestive immortalate attraverso l’occhio dell’obiettivo.