Il cambio di rotta di Vogue UK che entrerà nella storia

Vogue UK si prepara ad una nuova era: Edward Enninful è il nuovo direttore della rivista. Il suo numero di debutto è già un successo

Vogue UK si prepara ad entrare, nuovamente, nella storia. Il cambio di timone della celebre rivista inglese, con Edward Enninful succeduto ad Alexandra Shulman come nuovo direttore, è già sulla bocca di tutti. Perché? Perché Enninful è il primo uomo di colore a dirigere British Vogue. Il suo numero di debutto, che uscirà nelle edicole britanniche proprio oggi, esprime già l’aria dell’epocale cambiamento.

Edward Enninful, nuovo direttore Vogue UK

Il primo December Issue firmato Enninful è infatti un chiaro omaggio alla Gran Bretagna, con articoli ed interviste rivolte a personaggi appartenenti al mondo della moda, della musica, del cinema e del panorama mediatico Made UK. Da Zayn Malik a Cara Delevingne, e poi ancora Naomi Campbell, Steve McQueen, il sindaco di Londra Sadiq Khan, Kate Moss, Jourdan Dunn, Victoria Beckham, Millie Bobby Brown (la celebre Eleven nella serie Stranger Things), John Galliano, Grace Coddington, Christopher Bailey, fanno tutti parte di questa British Crew.

Ma mai come in questo caso bisogna giudicare il contenuto dalla sua meravigliosa copertina. Per il suo debutto da neo-direttore di una delle più importanti riviste a livello mondiale, Enninful non ha voluto un model squad, né socialites o influencer. A padroneggiare è il volto della modella e neo-avvocatessa Adwoa Aboah -attualmente nominata ai Fashion Awards-, femminista convinta e creatrice della piattaforma online Gurls Talk. Le sue origini anglo-ghanesi e la sua bellezza non convenzionale, caratterizzata da una pelle color caramello costellata da una pioggia di lentiggini, hanno fatto di Adwoa la modella del momento.

Adwoa Aboah

Ma il successo mediatico non è dovuto solo al suo aspetto, quanto più alle sue idee e alla sua prestanza nel voler dare voce alle minoranze. Prima di arrivare all’apice successo, l’Aboah ha dovuto fare i conti con diversi “No” da parte delle agenzie e case di moda che prediligevano uno stereotipo di modella. Lo sconforto del sentirsi rifiutata l’ha condotta ad un vortice di depressione ed alcolismo. Nel 2014, durante il rehab, diede vita a Gurls Talk, un movimento -rivolto alle donne di tutte le età e di qualsiasi estrazione sociale- che si batte a favore dell’abbattimento dei tabù e dei pregiudizi attorno alla salute mentale, sessualità libera e al body shaming.

Dunque la scelta della Adwoa Aboah come covergirl è un chiaro ed inequivocabile messaggio che il nuovo Vogue UK non si limiterà solo alle tematiche nel campo della moda, ma entrerà nel pieno del dibattito sociale, culturale e politico abbattendo anche i pregiudizi razziali. Edward Enninful dà piena dimostrazione che sotto la sua guida la rivista non sarà solo “frivolezza” e argomenti leggeri, ma sarà soprattutto la voce delle donne del nuovo millennio.