Fashion Weeks: che fine ha fatto Kendall Jenner?

Ancora nessuna passerella per Kendall Jenner, grande assente delle ultime fashion weeks

L’intenso mese dedicato alle sfilate è già giunto alla sua terza settimana. Tutti i riflettori del settore sono puntati sulle quattro capitali della moda. New York, Londra, Milano e Parigi brulicano di eventi, defilé e lancio di nuove collezioni. Ma nel bel mezzo di questa frizzante atmosfera che coinvolge in toto gli addetti ai lavori, quest’anno pare esserci una grande assente. Kendall Jenner, infatti, dopo un fittissimo inizio carriera, sembra aver mollato un po’ la presa.

Mentre le sue amiche, tra cui le sorelle Hadid e Kaia Gerber, si destreggiano sfilata dopo sfilata tra le quattro capitali della moda, la Jenner non ha ancora calcato nessuna passerella. Ed è vero che potrebbe ancora presentarsi durante la Paris Fashion Week, dove da alcuni anni è una delle modelle di punta di Chanel e MiuMiu, ma quel che incuriosisce i fan è che la sua assenza, in particolare durante le ultime collezioni, pare farsi sempre più frequente.

Grazie al suo celebre cognome e al successo del reality Keep Up with the Kardashian, Kendall Jenner  ha avuto la strada spianata sin dal momento in cui ha deciso di intraprendere la carriera nel campo della moda. Infatti, a differenza di altre modelle, che riscontrato più difficoltà nell’essere reclutate dai maggiori stilisti, la Jenner ha fatto un debutto di tutto rispetto sfilando per Marc Jacobs durante la NYFW del 2014.

Non sorprende che ad inizio carriera la sua posizione di privilegiata la rendeva ostile agli occhi delle altre colleghe. Secondo quanto riportato da Grazia, Kendall Jenner è stata spesso vittima di bullismo da parte delle altre modelle presenti nei backstage, che sono arrivate addirittura a spegnerle i mozziconi di sigaretta nei drink.

Tuttavia, nel giro di quattro anni, la sorella minore di Kim Kardashian ha sfilato per le case di moda più importanti, dal prêt-à-porter all’haute couture. Ha prestato il suo volto per numerose copertine, ha fatto da testimonial per vari brand e per due anni è entrata a far parte dell’elitaria model crew di Victoria’s Secret.

Kendall Jenner al Victoria’s Secret Fashion Show 2016

Con un curriculum del genere, ed esperienze importantissime compiute nell’arco di pochi anni, viene quasi spontaneo pensare che Kendall Jenner si sia già stancata della frenetica vita da modella. Alle passerelle sembra preferire di gran lunga le campagne pubblicitarie. Di recente, infatti, è stata il volto inseme a Roberto Bolle di Tod’s, Dsquared2, Missoni, Calvin Klein e ambasciatrice di Adidas Originals. Nel 2017 ha firmato un contratto con La Perla ed ha rinnovato quello con il marchio di cosmetici Estée Lauder. Contratti multimilionari di questo genere l’hanno resa la modella più pagata del mondo, scavalcando la veterana Gisele Bundchen che da anni ne deteneva il primato.

Può anche darsi che Kendall abbia deciso di prendersi una pausa dalla moda per stare accanto alla famiglia, in particolare alla sorella Kylie che ha da poco avuto una bambina. Quel che è certo è che se prima era lei la “prezzemolina” delle passerelle, questo ruolo è stato subito occupato da una new entry che vanta un inizio carriera molto simile a quello suo. Stiamo parlando di Kaia Gerber, figlia di Cindy Crawford, che a soli 16 anni è già una stella nascente del fashion system.