Met Gala: è Anna Wintour la diva del red carpet

Tutto è pronto per il Met Gala 2018. Ripercorriamo i look più belli di Anna Wintour, direttrice di Vogue America e presidente dell'evento

Mancano poche ore al Met Gala 2018, l’evento più importante e atteso nel fashion system. L’Oscar della moda, perché così è stato ribattezzato, avrà quest’anno come tema principale l’incrocio tra moda e fede. Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination, questo è il titolo della mostra inaugurata durante l’evento, mette in risalto il forte impatto che la fede, con i suoi simboli sacri e le sue iconografie, ha avuto inaspettatamente nel campo del fashion. Due filoni molto diversi, lontani, la cui unione sembra quasi un ossimoro. Eppure sono molti gli stilisti, da Dolce e Gabbana a Balenciaga, che hanno portato in passerella capi spirituali.

Come ogni anno l’evento è organizzato da Anna Wintour, direttrice di Vogue Us dal 1988. E come ogni anno è lei la più attesa sul red carpet. Una diva moderna che muove i fili di uno dei settori più proficui e influenti a livello mondiale.

La Wintour è presidente del Met Gala dal 1995. È lei che decide chi invitare e chi no, compilando una lista che conta dai 500 ai 600 ospiti. Chi ne resta fuori può provare a partecipare acquistando il biglietto alla “modica” cifra di 30.000 dollari. Del reso si tratta di un evento esclusivo su cui si accendono i riflettori delle più importanti TV del globo. Un evento che prevede una meticolosa e lunga organizzazione. Stilisti e sarti non ci dormono la notte per completare gli abiti da far indossare alle star che sfileranno sul tappeto rosso. Make-up e capelli devono sposarsi bene con tutto il look. I gioielli devono brillare. Tutto deve perfetto ed impeccabile, perché in quei pochi secondi davanti all’obbiettivo dei fotografi si scrive la storia della moda.

Anna Wintour è la più posata di tutte. Il suo stile è classico, lo sguardo è austero e il giudizio verso le meno chic è severo. Negli ultimi anni il suo Met Gala ha portato la firma di Chanel, griffe a cui è particolarmente legata, mentre il must have è sempre uno: il caschetto biondo. Ad accompagnarla ci sarà anche stavolta la figlia Bee Shaffer, che presto convolerà a nozze con il regista Francesco Carrozzini, figlio della scomparsa Franca Sozzani che per ventotto anni è stata direttrice di Vogue Italia.

Sacro e profano, così penso che sarà il Met Gala 2018. Non mancheranno trasparenze, richiami alla religione ed estrosità. Un mix di mondi opposti che si ritrova per un comune denominatore: la beneficenza. Infatti, al centro dell’evento vi è un’importante raccolta fondi destinata al Metropolitan Museum of Art’s Costume Institute. Il tutto avverrà come sempre nella suggestiva cornice del Metropolitan Museum of Art di New York.

Ripercorriamo i look più belli di Anna Wintour nel corso delle varie edizioni del Met Gala. Perché, si sa, è sempre lei la più glamour del ballo.

 

Da sinistra: 1989, 1990

 

 

Da sinistra: 1988, 1994, 2001

 

Da sinistra: 1999, 2006 in Dior Couture, 2008 in Chanel, 2003 in Dior
Da sinistra: 2004 in Dior, 2005 in Chanel
Da sinistra: 2007, 2008 e 2010 in Chanel
Da sinistra a destra: in Prada nel 2012, in Chanel Couture nel 2013 e 2014
Da sinistra: 2011, 2015 e 2017 in Chanel