MFW, sfila l’Alta Moda di Bartolotta&Martorana

Bartolotta e Martorana
MFW, sfila l'Alta Moda di Bartolotta e Martorana

MFW, sfila l’Alta Moda di Bartolotta e Martorana, che incantano con i loro abiti scultura. Architetture, drappeggi, romanticismo e trasparenze esaltano il corpo della donna. Vestono la loro Donna, a metà strada tra classico e moderno, tra mondo degli eroi e quello delle fiabe

Sotto un caldo e raffinato cielo milanese sfila tutta l’eleganza di Bartolotta&Martorana. Nuove forme, nuove linee e nuovi, romantici colori per la stagione che verrà. Quella più calda e profumata di fiori di pesco. Quella che, nella sua seconda parte, abbiamo da poco salutato.

Ore 16.30, Accademia di Belle Arti di Brera e l’atmosfera è quella più classica che possa esserci. Note soavi e muse danzanti aprono la serata, capi dal gusto neoclassico uniti a materiali innovativi e lavorazioni artigianali dominano la passerella. Dall’inizio alla fine. Lasciando ammirare, tutti, con occhi sognanti.

L’idea di base? La techno couture, ossia una linea di abiti romantici e dal gusto estremamente classico e raffinato reinterpretati in chiare moderna.

Simone Bartolotta e Salvatore Martorana, ad oggi, emergono come il simbolo della nuova generazione italiana di stilisti. Entrambi siciliani e già vincitori di numerosi concorsi, promettono di farsi strada nel mondo dell’Alta Moda e, a quanto pare, ci stanno riuscendo. Nel migliore dei modi.

Ammiratori dello stile drammatico, intenso e teatrale di Alexander McQueen, riescono ogni volta a dare vita a creazioni uniche e originali nel loro stile. Guardando a quello che è stato, che è e che sarà. Piacciono, emozionano e si emozionano. Perché è soltanto facendo quello che più si ama, soltanto dando vita a quello che più scorre per la propria mente, occhi, cuore e mani che si riesce a realizzare i propri sogni. A dar vita alle proprie emozioni. Ad interpretare quelle del pubblico. A dar voce a tutti quei sogni abbandonati in cassetti semi aperti.

Nella collezione Spring/Summer ‘19 resistono i ricami in resina, ma si affacciano nuove fantasie. Nuovi materiali e nuovi colori. Nella collezione per la prossima Primavera/Estate 2019 l’Alta Moda incontra e si mixa al prêt-à-porter, per uno stile impeccabile ogni giorno, in ogni contesto e situazione.

Al neoprene si alterna il tulle e ai tessuti più coprenti le trasparenze più seducenti e delicate. Dai colori scuri, poi, si passa per tutte le sfumature pastello che la bella stagione vuole come protagoniste. È la volta dei gialli, rosa, azzurri, cipria e via dicendo fino al più candido bianco.

Abiti emozionali e capi dal romanticismo senza tempo. Perché quello che i due giovani creativi si sono prefissi non è di dar voce a mode e tendenze del momento, ma creare qualcosa che non tema il tempo. Una linea immortale quanto fedele allo spirito del momento. Ed è proprio questa la caratteristica più forte e vincente del duo siciliano.

Supportati da una tecnica sartoriale sopraffina ed eredi di quel bello e immortale che il vero Made in Italy è, Bartolotta e Martorana si confermano il simbolo della più giovane Alta Moda italiana. In loro la Moda si fa Arte e l’Arte divine Bellezza. La più pura e alta che possa esserci. Quella che guarda a ieri ma che cerca di interpretare l’oggi e assecondare il domani.

Tutto il classico che c’è nei loro abiti si contrappone anche all’assoluto contemporaneo delle acconciature. Trecce ai capelli delle loro muse, proprio come le ultime tendenze suggeriscono. Ancora, onde spettinate alternate a liscio perfetto. Tutto quello che è fresca e immortale giovinezza si concretizza nel brand Bartolotta&Martorana.