MFW18, sfila lo stile scultoreo di Bartolotta & Martorana

MFW18
MFW18, sfila lo stile scultoreo di Bartolotta & Martorana - Photo Credit: Mattia Attorre

MFW18, sfila lo stile scultoreo di Bartolotta & Martorana. Tornano in passerella le loro tipiche silhouette dalle linee drappeggiate ma definite. Questa volta il loro spettacolo nello spettacolo è stato un sogno tra i colori più caldi della prossima stagione autunno – inverno 2018 – 2019

MFW18. E le luci sono ancora tutte puntate in passerella. Lo spettacolo non è ancora finito e lo stile scultoreo di Bartolotta & Martorana, il duo di giovani creativi siciliani, torna a calcare la passerella. Ogni loro défilé è uno spettacolo nello spettacolo, che questa volta ha portato in scena i colori più intensi e caldi per il prossimo autunno – inverno 2018 – 2019. Le loro modelle, armate di tacchi vertiginosi e abiti dai tipici e chiari richiami in resina, hanno sfilato sotto il cielo di una grigia e fredda Milano. E sono state le stesse a riscaldare gli occhi sognanti di chi, con fare rapito, ha potuto ammirare abito dopo abito. Dal vivo. Da vicino.

MFW18, LO STILE SCULTOREO DI BARTOLOTTA & MARTORANA

MFW18
MFW18, sfila lo stile scultoreo di Bartolotta & Martorana – Photo Credit: Mattia Attorre

Simone Bartolotta e Salvatore Martorana hanno portato in passerella la loro collezione per il prossimo autunno – inverno 2018 – 2019. Protagonista esclusiva è stata la loro tipica Donna, una moderna eroina, sicura di sé e pronta a battersi pur di non fallire. Pronta a schierarsi sempre in prima fila, senza mai tirarsi indietro. Una guerriera forte e determinata, decisa e coraggiosa, ma allo stesso tempo romantica e passionale. Una donna che questa volta si veste di drappeggi, sinuosità e colori caldi. Sfumati. Dalle tonalità più soft del grigio perla e dell’acquamarina a quelle più intense del verde bottiglia e del prugna, fino ad arrivare al nero. Veli, ricami e linee scultura sono, ancora una volta, il motivo dominante.

La collezione firmata Bartolotta – Martorana è un viaggio a cavallo di epoche e sfondi differenti. Passando da Alexander McQueen agli eroi dell’epica. Dal paesaggio mitico ad una foresta incantata, frastornata dal flebile richiamo di muse e dal dolce canto di sirene. Lo stile, quello loro più classico e vero, non si smentisce. Torna in passerella. Continua a ricevere grandi consensi e applausi.

La Donna idealizzata dai giovani designer è colei che tende a mostrarsi in tutte le sue linee e ad esprimere, esaltando, se stessa nelle sue forme. Una donna che è contemporaneamente dea e guerriera, inarrestabile sognatrice capace di portare a compimento se stessa e i suoi sogni. Una donna capace di risplendere di luce propria.

Più che la figura femminile in sé, è il corpo ad essere esaltato, grazie ad ogni capo capace di plasmarsi su di esso.

MFW18, LO STILE SCULTOREO DI BARTOLOTTA & MARTORANA

MFW18
MFW18, sfila lo stile scultoreo di Bartolotta & Martorana – Photo Credit: Mattia Attorre

Il corpo della donna si esprime attraverso le linee e le trasparenze. Si lascia guardare, ma senza mai tacciare di volgarità. Tutto rimane circoscritto al fascino e alla sensualità.

Quello che Simone Bartolotta e Salvatore Martorana si propongono è di far sentire bella ogni donna. Di celebrarla per quello che è il suo corpo, pura arte e bellezza. Rarità e amore. Ogni donna possiede l’infinito negli occhi e la perfezione nel corpo. Qualunque esso sia.

Una collezione romantica e seducente. Il romanticismo del glicine ha incontrato il carattere più deciso ed estremamente sexy del nero. Le linee morbide sono apparse come rivisitate, rivissute nel presente. Anche e soprattutto attraverso i materiali. Si è trattato di tessuti tecnici in particolare.

MFW18, LO STILE SCULTOREO DI BARTOLOTTA & MARTORANA

MFW18
MFW18, sfila lo stile scultoreo di Bartolotta & Martorana – Photo Credit: Mattia Attorre

Insieme, trasparenze sulle quali far emergere ricami in resina, veli attraverso i quali mostrare il corpo della donna e morbidi chiffon dai quali lasciarsi accarezzare.

E così, anche questa MFW pare esser giunta al termine. Nel migliore dei modi. E questo è l’importante. Per il duo siciliano, però, non pare esserci sosta. Simone Bartolotta e Salvatore Martorana sono pronti a partire verso nuovi e più straordinari orizzonti.